Ho pensato che

Pagina

Corri con gli occhi chiusi e Annusa la freschezza del vento. Tanto nessun Peccato ci sarà perdonato alla fine di questa strada.

———–

Ogni giorno gli uomini sognano di saltare e perdersi, poi durante il volo cominciano a sperare di atterrare in piedi. Bisognerebbe lasciare solo le paure al loro posto e saltare senza condizionamenti veri, lasciarsi perdere, abbandonarsi. Se ci riesci sei libero davvero.

———–

Calma, stanchezza, occhi che si chiudono involontariamente. Si riaprono, e mi trovo qui, senza essermene accorto. Lontano, ma con una speranza, che prima del sonno non mi sarei mai potuto permettere. Ora ho solo bisogno di capire.

———–

Che poi vedi com’è? sono anche un coglione perchè non dovrei farmi sti viaggi, in qualche modo non me lo merito, in bene intendo. Però a essere troppo buoni si finisce cosi.

———–

Seppellisci me
i miei pensieri
la mia testa.
Seppellisci la mia parte migliore.
Non ascoltarmi.
Non darmi retta, non si può.
E’ da pazzi dare retta ad un pazzo.
O al contrario ascoltami, diseppelliscimi
e venera il mio pensiero.
Ma ti avverto,
Scoprirai che eri già pazzo,
anche prima di conoscermi.

————–

Guarda i miei sorrisi,
dietro c’è un volto che piange lacrime,
quelle che lasciano solchi nell’anima.
Guarda questi occhi,
dietro c’è un cuore
che ha lottato per volare,
e che ha vinto la libertà.

————–

Tu, il caldo in questa stanza vuota
i sorrisi senza un senso
un letto e una lampada
una penna, i pensieri.
Stanotte sarò la tua luna
quella luna che tu
non sai piu guardare
Domattina sarò il tuo risveglio
Quello che non ti dà piu calore.
Fammi essere ciò che vuoi
Anche quello che odi di piu
Ma tienimi qui
Nei tuoi giorni, Nei tuoi attimi
anche quelli piu finiti
Anche in quelli che non vuoi vivere.
Quelli che odi.
Ma tieni e abbi pietà di questo cuore
che nulla sà ancora
e che non sa distinguere piu
L’amore da una prigionia.

—————

Sono vivo o morto?
Vivo mi dico
se guardo il sole
e lo sento scaldarmi
Morto se mi guardo
e non so sorridere

Vivo se piango
davanti ad un volo di gabbiani
Morto se dietro la felicità
nascondo lacrime

Vivo se guardo il mare
e mi perdo a contare le onde
Morto
Se in quel mare
non sò piu vedere chi sono.

————–

Le mie braccia diventano ali
Le mie dita si vestono di vento
Coloro il cielo
con la leggerezza del sogno
e volo solitario come un gabbiano
Ti scopro
Mani su mani mi staccano
mi trascinano
e io lotto controvento
perchè possa continuare a sognarti.
Cado nel buio del risveglio.
Aldilà del sogno ti vedo
Qui accanto
Sulle mie mattine fresche
che erano prima
mattine di paura
Mattine stanche

—————

Chiedimi di rinnovare quelle promesse non mantenute, anzi, chiedimi di farle nuovamente come se non le avessi mai fatte prima. Chiedimi l’infinito, chiedimi il mondo, chiedimi se tutto questo è giusto o se forse è stato solo un errore numerico. Chiedimi di ritornare. Io, nonostante tutto, ti chiedo soltanto di chiudere gli occhi e rivivere quei secondi. Perchè in quelle sensazioni, solo io e te ci saremmo persi nella poesia dell’abbandono.

————–

Percorro questa strada ad occhi chiusi, lasciandomi stare. E all’iprovviso ti sento, sento la tua anima, senza fraintendimenti. Come un tassello che da qui doveva passare per forza. Sento dentro il calvario dell’arte e i tuoi anni pieni di morsi allo stomaco, e con presunzione ti assicuro che io posso farlo, posso sentirti. Posso anche assicurarti con certezza, che le anime, come le nostre, si cercano per delle vite intere, e in qualche raro caso, se sono spoglie, riescono a trovarsi per condividere. Credimi, non so per quanto ancora queste strade percorreranno la stessa direzione, ma sento come se fossi qui da una vita, ed è per questo che sono venuto fino a qui, in qualche modo, per dirti Grazie.

————–

“Lontano, nel tempo, ho trovato i ricordi. Là, dove ogni onda si riposa, dove la riva si lascia accarezzare, dove gli scogli mantengono i segreti del vento, e dove i tramonti accendono le speranze. Seduto qui, di fronte a questo cielo che incornicia il quadro dei miei attimi di respiro e di serenità, vivo di te, ogni volta che ricordo, ogni volta che ascolto la tua voce e ogni volta che mi appaiono i tuoi occhi. Riprendendo quel sorriso che mai oserò lasciar volare via, perchè segretamente, sò che quel sorriso è l’istinto di ogni mio battito di ciglia.”

———–

L’essere sicuri di se è differente dall’essere pieni di sè. Se sei pieno di te, conseguentemente, t senti perfetto, o comunque lo ammetti implicitamente. Ma ragiona, non puoi essere perfetto, nessuno può esserlo, sarebbe innaturale, ormai nemmeno nei film nessuno è più perfetto! Secondo me, se sei pieno di te, beh, pensa quanti deficenti hai dentro!

————-

Corro nel buio del mio respiro affannato

L’aria fresca accarezza le mie ginocchia e in un solo sguardo tutto quello che amo svanisce come un pugno d’acqua nella mano. Gli uomini affrontano la morte tra le braccia dell’irrazionale e quando saranno li, morti nella loro coscenza solo allora si pentiranno dello sdegno e rincorreranno i loro passato. Per sempre.

—————

Sento il peso di un sonno pesante. Quel sonno che distogli lo sguardo e fa mancare le forze. La somma della stanchezza e del vuoto. Tutto poi si spegne in una nube di fumo dove prendono colore i sogni, dove anche i maghi rimangono incantati dalla loro immortalità. Perchè nel sogno nulla è scritto, e tutte le forme non hanno forma. Perchè nel sogno vivi senza vivere veramente, e al tuo risveglio solo un suono di campane ti renderà la realtà facendo diventare il sogn un ricordo.

—————

Le cose hanno bisogno di tempo. Come la neve appunto: Non cade se fa troppo caldo e nemmeno se è troppo freddo, ha bisogno del momento giusto, del giusto peso. Siate come volete essere, ma non correte. Aspetta il momento, e accetta il tempo.

—————

La serietà è una virtù che pochi sanno avere. Il rispetto è una conseguenza. La stanchezza di stare dietro a chi è poco serio e irrispettoso è il risultato di anni di sbattimenti che si rivelano inutili. Di chiacchieroni ce ne sono a flotte, basterebbe solo avere piu rispetto anche di se stessi per non esserlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...