Di chi è la colpa?

Standard

Ti è mai successo di guardarti indietro e vedere cose che non avevate visto? Accorgerti? Io ho appena messo un disco dei Timoria. Li ascoltavamo sempre col mio amico immaginario, Giacomo. Che pensa, si chiamava come mio nonno. E comunque dicevo, vi è mai capitato di accorgerti? Intendo accorgerti l’amore, ovviamente. Io mi sono appena accorto ad esempio che i Timoria li amo ancora, che forse poi è nostalgia, ma non è questo il punto. O forse si invece, è proprio questo il punto. Che il tempo ci vola via dalle spalle e noi non ce ne accorgiamo, subiamo gli amori. Che sia una donna o la band che sentivi a dodici anni. Bisognerebbe più stare attenti ad accorgersi, distrarsi di meno. Che poi ci ritroviamo nelle vite degli altri, e ci accorgiamo solo quando è sera tardi. Che il tempo è dispettoso, e se la prende sempre con i deboli di sentimenti. Te lo dico perchè lo sò, una volta l’ha fatto anche con la mia amica. Benedetta, quella secca, paranoica, bionda, te la ricordi? l’aveva amato con tutta se stessa, e non si scollava, e lui, supermerda, la faceva soffrire un casino perchè tanto sapeva che l’avrebbe sempre trovata lì, e oltretutto la rendeva un disastro, cosa che in realtà, di base, non era. Poi di domenica, che era Marzo, si è accorta che era tutto passato. E allora io ho pensato che era il tempo che doveva prendersi la colpa scusa. Voglio dire, io sono per le cose giuste, e questa, obbiettivamente, lo era. E invece se ne sta sempre zitto sto codardo. Ma vedrai tanto, prima o poi sta rivoluzione s’ha da fare. Anche perchè se ci pensi, anche sono secoli che è così, mi si scatena una guerra dove sembra che la colpa sia dell’amore e non del tempo. E poi io non sò più che pensare. E allora adesso mi viene in mente che la realtà è una, forse: che stiamo imballati in un limbo senza uscita, e che in realtà l’amore fa passare il tempo, è vero, ma poi il tempo gliela fa pagare, e fa passare l’amore.